Radio24 | Il Sole 24 ORE

Animali o dei? Culti e simboli della civiltà egizia

In occasione di Torino Spiritualità e dell’iniziativa ‘D’istinti animali‘, il Museo Egizio si propone di raccontare il ruolo e le simbologie associate agli animali. Dei con la testa di leone o di sciacallo sono comuni nella simbologia egizia, ma non mancano le sorprese. Sono rappresentati praticamente tutti gli animali presenti a quell’epoca in Egitto: dall’ippopotamo al coccodrillo, fino ai tori e a molteplici specie di uccelli.
Il direttore del Museo, Christian Greco, egittologo di fama internazionale  è ospite di Moebius per descrivere le simbologie e i culti degli dei zoomorfi.

Ascolta l’intervista integrale al direttore del Museo egizio


Le divinità egizie sono una manifestazione molto complessa delle prime concezioni del divino. Rappresentare una divinità in modi diversi, con la commistione delle sembianze umane e animali, permetteva di enfatizzare aspetti particolari della personalità o del potere del dio, il quale veniva ritratto parzialmente o interamente in forma animale per richiamare precise caratteristiche benevole o ostili.
Alcune divinità donano protezione ma sanno trasformarsi senza remora in feroci serpenti e leoni per sopraffare ogni volontà umana: una furia che gli egizi hanno imparato a placare mediante oscure pratiche religiose e offerte “speciali”, capaci di ingraziarne il favore.

QUI la gallery di fotografie cortesemente concesse dal Museo.

 


Per iscrivervi gratuitamente al nostro podcast:

DownloadiTunes – RSS

Potete seguirci su:

Facebook – Twitter – Youtube

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.