Radio24 | Il Sole 24 ORE

Fecondazione eterologa

Migliaia di bambini nascono ogni anno da utero in affitto, più di 2.000 solo negli Stati Uniti.

Marina Terragni, giornalista impegnata su tematiche di genere, ha pubblicato il saggio “Temporary Mother. Utero in affitto e mercato dei figli”, edito da VandA Epublishing.

Il mercato dell’utero in affitto è in costante crescita. 3 miliardi di euro, un dato sottostimato poiché stiamo parlando di una realtà non perfettamente censibile.

In tutto ciò come si colloca la figura della donna? Il corpo femminile non è un mero mezzo di produzione di esseri umani e non può ridursi a essere uno degli elementi di una filiera consumistica. Tuttavia la tecnologia avanza a ritmi impressionanti, a volte quasi sfuggendo di mano. Si tratta di un discorso che viene approfondito lungo le pagine del libro, ricco di dati e di esempi concreti.

 

Su un tema può svilupparsi una riflessione evoluzionistica. Le nuove tecnologie e le nuove possibilità ci stanno forse facendo superare una “soglia” che non andrebbe superata dalla nostra specie?

Se da una parte si percepisce un richiamo alla naturalità, che cosa vuol dire essere naturali oggi?

In un presente in cui già si parla di gravidanza extracorporea è bene ricordare come il parto non sia solo un evento biologico, genetico e fisico. L’insieme delle relazioni umane va considerato attentamente, anche nel caso del legame tra figlio e madre surrogata.

 

Intorno a questi interrogativi abbiamo conversato con l’autrice Marina Terragni e con Telmo Pievani, giornalista e docente di Filosofia delle Scienze all’Università di Padova.

Li potete ascoltare in questa intervista integrale in esclusiva sul nostro blog

 

 

 

 

 

 

Per iscrivervi gratuitamente al nostro podcast:

DownloadiTunes – RSS

Potete seguirci su:

Facebook – Twitter – Youtube

 

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • Alberta 1 agosto 2016 / ore 20:45

    Un confronto che dà un ulteriore contributo di riflessione su un tema attuale molto complesso e purtroppo affrontato con eccessiva ideologizzazione. Sapienza femminista e filosofia della scienza arricchiscono il dibattito senza scadere in semplificazioni e guerre ideologiche. Grazie ai conduttori di Radio24, a Marina Terragni e a Telmo Pievani: c’è davvero bisogno di contributi di questo tipo, ricchi di contenuti e scevri da inutili polemiche.