Radio24 | Il Sole 24 ORE

Una falegnameria di quartiere

Una falegnameria di quartiere, dove gli abitanti possono recarsi per costruire oggetti per la propria casa o per il quartiere stesso.

È il progetto di Non Riservato, la rete di organizzazioni che svolgono attività creative negli spazi pubblici milanesi. L’obiettivo è di avere uno spazio per i cittadini, aperto due giorni alla settimana, dove le persone possano costruire ciò di cui hanno bisogno.
L’utente non verrà lasciato solo dato che non è così scontato sapere lavorare il legno per bene e in totale sicurezza: un assistente guiderà i novelli falegnami all’utilizzo dei macchinari e degli strumenti come seghe, martelli e trapani.

In prospettiva questi di spazi vengono “donati” al quartiere lasciando ai cittadini la possibilità di organizzarsi e autogestirsi.

 

Come finanziare un’iniziativa del genere?

 

Su Eppela, la società che si occupa di crowdfunding, c’è la possibilità di sostenere questa iniziativa di crowdfunding civico.

È un progetto ambizioso e un caso che potrebbe essere esportato in moltissime realtà, come ci ha spiegato Nicola Ciancio, coordinatore di Non riservato, in questa intervista:
 

 

Per aiutare gli organizzatori a raggiungere il traguardo potete partecipare anche voi con una donazione, cliccando su questo link!

 

Per iscrivervi gratuitamente al nostro podcast:

DownloadiTunes – RSS

Potete seguirci su:

Facebook – Twitter – Youtube

 

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.