Radio24 | Il Sole 24 ORE

110 anni di permanente

Era il 1906 quando, a Londra, il parrucchiere Karl Nessler inventò un trattamento dei capelli di lunga durata che permetteva di renderli ricci e maggiormente vaporosi: la permanente. Nessler, conosciuto anche con il soprannome di Charles Nestle, utilizzò un’applicazione di idrossido di sodio e fili elettrici per ottenere una messa in piega… riccia. Protagonista, suo malgrado, di queste prime sperimentazioni fu sua moglie, Katharina Laible: il marito le bruciò per ben due volte i capelli e la cute mentre testava la nuova tecnica che avrebbe in poco tempo sostituito le vaporose parrucche delle signore londinesi.

Ma come è possibile che un capello liscio possa arricciarsi e mantenere la forma così a lungo?

Tutto sta nell’utilizzare dei prodotti in grado di rompere i legami chimici (ponti di zolfo) che conferiscono la naturale curvatura del capello. Gli agenti chimici vanno applicati con cautela, prestando attenzione alla frequenza con cui ci si sottopone a questo genere di trattamenti, come ci ha spiegato il dermatologo Fabio Rinaldi.

 

 

Per iscrivervi gratuitamente al nostro podcast:

DownloadiTunes – RSS

Potete seguirci su:

Facebook – Twitter – Youtube

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.