Radio24 | Il Sole 24 ORE

15 settembre 1835. Charles Darwin approda alle Galapagos

La nave HMS Beagle salpò il 27 dicembre 1831, da Plymouth, sotto il comando del capitano Robert Fitzroy. Il suo lunghissimo viaggio, dall’Inghilterra alla Cornovaglia, passando per Sud America e Nuova Zelanda, viene ricordato come una delle più avvincenti e rivoluzionarie spedizioni scientifiche della storia.

Durante questo tragitto, l’imbarcazione ospitò a bordo un giovane naturalista: Charles Darwin.

Il Beagle arrivò alle Galapagos il 15 settembre 1835 e vi rimase fino al 20 ottobre dello stesso anno. Darwin visitò le isole di San Cristobal, Santiago, Floreana et Isabela, dove fece le osservazioni che lo portarono a formulare la sua Teoria dell’Evoluzione.

Nella gallery, le annotazioni sul diario di quel 15 settembre:

 

Darwin osservò le specie autoctone di queste isole. Grazie alle sue osservazioni possiamo ancora oggi leggere l’accurata descrizione dell’ambiente, della flora e della fauna che caratterizzavano l’arcipelago quasi duecento anni fa. Fu durante questa tappa del suo viaggio che Darwin ipotizzò una relazione tra l’habitat e le caratteristiche morfologiche delle specie presenti.
In quel 15 settembre di centottanta anni fa, l’equipaggio del Beagle sbarcò in un ambiente ancora poco contaminato dalla presenza dell’essere umano. Ciò non toglie, annotò Darwin sul suo diario, che il territorio risentiva dell’intervento antropico: la biodiversità delle isole era, già allora, messa a rischio dall’introduzione di specie invasive come i topi, le capre, i gatti e i cani. A ciò si aggiungevano, scrisse Darwin, le continue uccisioni di testuggini da parte di bucanieri e della popolazione autoctona:

 

«Il loro numero è perciò fortemente diminuito su quest’isola, ma la gente fa ancora conto che due giorni di caccia procurino loro cibo per il resto della settimana. Si dice che una volta singole navi ne abbiano portato via fino a settecento e che un gruppo di marinai di una fregata, alcuni anni fa, ne abbia portato alla spiaggia duecento in un sol giorno»

 

Foto: "The Voyage of the Beagle"

 

 

L’equipaggio fece ritorno a Falmouth in Cornovaglia, il 2 ottobre 1836.

Il diario di viaggio, “The Voyage of the Beagle”, di Darwin fu pubblicato nel 1839.

 

Gianluca Liva

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.