Radio24 | Il Sole 24 ORE

Rugbisti dallo spazio

Rugbisti dallo spazio, ovvero seguiti e monitorati in real time dai satelliti.

La tecnologia riveste un ruolo di primo piano anche quando si parla di sport. È il caso del sistema adottato dall’Associazione Sportiva Rugby Milano, militante nella serie A del campionato italiano.

La squadra, infatti, utilizza un dispositivo GPS, in grado di raccogliere dati sulle prestazioni del singolo. Velocità, posizione sul campo, accelerazione e consumo metabolico sono alcuni dei parametri monitorati grazie a questo sistema. I dati raccolti sul singolo giocatore, associati all’analisi video di incontri e allenamenti, permettono un monitoraggio dettagliato e costante e forniscono alla società le informazioni per una migliore gestione della squadra.
Oltre a prevenire infortuni o eventuali cali di forma, questo metodo consente di capire quando un giocatore non da il 100% e impostare gli allenamenti di conseguenza.
Si tratta di un sistema così pervasivo, tanto da mettere gli atleti sotto pressione? Non secondo il pilone della squadra, Nicola Ferrari: «quando si inizia, ci si dimentica di averlo ed è come se non ci fosse nulla».

Moebius ha preso la palla ovale al balzo e inseguendo le sue metaforiche traiettorie imprevedibili non si è lasciato sfuggire l’occasione di intervistare gli allenatori e i tecnici del Rugby Milano: Massimo Cozzaglio, Paolo Sale e James Jowsey.

I rugbisti sono stati ospiti di Moebius nella puntata di sabato 24 gennaio 2015. Qui trovate l’audio della trasmissione.

Questo, invece, il video girato sul campo di rugby, Leone XIII di Milano.

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti