Radio24 | Il Sole 24 ORE

La community virtuale si incontra, letteralmente: l’esperimento sociale del rapper Ensi.

La comunicazione si muove su binari sempre diversi. Difficile, se non impossibile, trovare uno standard efficace in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Per orientarsi nel mondo digitale, tra virale e (per forza di cose) multimediale, un’intuizione l’ha avuta la scena musicale, per la precisione quella delle parole in rima.

Red Bull si è avvalsa del volto (e, soprattutto, dei numerosi e accaniti fan) del rapper “Ensi”, all’anagrafe Jari Ivan Vella, per dare il via, lo scorso 9 ottobre a Torino, ad un’esperienza nuova, in Italia, di comunicazione di massa: il Red Bull Followers.

Pochi giorni prima della fatidica data, attraverso alcuni indizi condivisi sui social, RedBull e Ensi hanno svelato le indicazioni per partecipare e seguire attivamente un mini tour in tre tappe, e tre diversi locali, durante un’unica serata. I fan, accorsi al primo evento, hanno ricevuto istruzioni chiare da parte del loro idolo per accedere al successivo appuntamento e il risultato è stato subito tangibile, generando quell’effetto “a valanga” che ha fatto aumentare esponenzialmente il pubblico e la portata dell’avvenimento, partito del mondo virtuale dei social network e sfociato nel mondo reale. In questo modo, tra un happening e l’altro, tra un click e una condivisione, i fan hanno corso per le strade di Torino per ritrovarsi, infine, all’ultima tappa e festeggiare, numerosi, la buona riuscita dell’iniziativa.

Ci sono molti casi in cui è fondamentale comunicare un’informazione chiara e precisa a una massa di persone, soprattutto nel momento in cui la conseguenza del messaggio si traduca in un’azione concreta da parte dei destinatari.

Barbara Sgarzi, blogger su Vanity Fair, esperta in comunicazione ed editoria digitale, ha descritto insieme a Ensi questo esperimento sociale, considerandolo come un meccanismo attivabile anche in altri contesti.
A nostro avviso, si può parlare di vero e proprio ‘antropo-networking’!

Questo è il video realizzato in studio durante la puntata con Ensi e Barbara Sgarzi

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.