Radio24 | Il Sole 24 ORE

Ma come la usano la matematica, questi scienziati?

Carlo Rovelli è un fisico teorico. Uno di quelli di serie A.

Io l’ho invitato a rispondere a una domanda molto semplice (da fare): lui è d’accordo sul fatto che la matematica, per come viene usata nel suo lavoro, è qualcosa che ha molto a che fare con la magia? Una magia che funziona, attenzione, quella vera, quella che trasforma una anguria in una carrozza, due topi in due bei cavalli, così Cenerentola va al ballo del principe.

Mettiamola anche così: in particolare negli ultimi 130 anni la scienza, soprattutto la fisica, ci ha proposto dei grandi paradossi, affascinanti, ma che poi si verificano nei laboratori. Allora: la matematica è forse quello strumento che collega l’intuizione poetica del paradosso alla possibilità di una verifica sperimentale e così facendo si procura il ruolo di chiave che apre la porta verso La realtà non è come ci appare, saggio di Carlo Rovelli?
Ascoltate la conversazione.
Federico Pedrocchi

Ascolta l’intervista:

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.