Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da
Fotografia aerea dell'interferometro VIRGO, sito nel Comune di Cascina (PI), in località Santo Stefano a Macerata.

Onde gravitazionali. Ci risiamo!

Le onde gravitazionali sono state rilevate per la seconda volta dai due rilevatori americani LIGO – Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory. Il segnale è stato captato durante la notte di Santo Stefano, il 26 dicembre scorso; più debole rispetto a quello della prima, storica, onda gravitazionale registrata il 14 settembre 2015. Anche in questo caso, come nel primo segnale, sono passati mesi di verifica prima di dare l’annuncio ufficiale.

L’interferometro italiano, VIRGO, situato nel Comune di Casina in Provincia di Pisa, era ancora spento quel 26 dicembre. Perché? Un errore, un segno di manutenzione inefficiente?

Il quadro è diverso.

La ricerca delle onde gravitazionali ha una lunga storia, contraddistinta da una forte collaborazione globale. LIGO e VIRGO fanno parte di un progetto di ricerca sinergico e in continua evoluzione. Gli strumenti dei due interferometri sono soggetti a migliorie e modifiche ma una delle condizioni di base è che almeno uno degli osservatori sia sempre in funzione.

È per questo motivo che, mentre nel 2009 gli interferometri statunitensi si spensero per essere “aggiornati”, in Italia VIRGO ha continuato il suo lavoro fino al 2011.

In autunno l’interferometro italiano tornerà a operare a pieno regime, come sempre in collaborazione con LIGO.

Si aprono nuovissimi scenari per la ricerca, con obiettivi ambiziosi.

 

Ne abbiamo parlato con Federico Ferrini, Direttore di EGO, European Gravitation Observatory, la struttura che gestisce VIRGO, in questa intervista.

 

 

 

Per iscrivervi gratuitamente al nostro podcast:

DownloadiTunes – RSS

Potete seguirci su:

Facebook – Twitter – Youtube

 

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.