Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da

Come funzionano le anestesie?

C’è a chi, nella nostra redazione, è capitato di provare una sensazione strana dopo la somministrazione di un’anestesia spinale poco prima di affrontare un intervento chirurgico.

Il soggetto in questione racconta di avere percepito una considerevole dilatazione del proprio… lato B.

L’effetto era dovuto alla perdita delle propriocezione: la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio.

Si tratta di una conseguenza abbastanza comune delle anestesie epidurali e spinali, variabile a seconda della profondità con cui avviene la somministrazione.

L’anestesia spinale viene iniettata nel liquido cefalorachidiano, detto liquor, che circonda il midollo spinale mentre quella epidurale è somministrata in una zona prossima alla dura madre.

Ma quali sono le sostanze che riescono ad addormentare parti del corpo per non farci provare il dolore durante un intervento chirurgico e nelle fasi successive all’operazione?
Di fatto si parla di derivati da un unico capostipite, la cocaina, come ci ha spiegato Gianluca Cappelleri, anestesista dell’Istituto Ortopedico “Gaetano Pini” di Milano.

 

Per iscrivervi gratuitamente al nostro podcast:

DownloadiTunes – RSS

Potete seguirci su:

Facebook – Twitter – Youtube

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.